statistiche sito web

poesia cattiva - Cortonalive

Vai ai contenuti

Menu principale:

poesia cattiva

Rubriche > Poesie

Questa poesiola, definita cattiva perchè è un atto di accusa senza mezzi termini, è dedicata a chi non la capirà mai. Tempo perso, secondo me. Ma almeno fammelo dire e chissà quanti si riconosceranno nella parte di chi subisce l'indifferenza altrui; ma come disse James Dean nel mitico film Gioventù bruciata: "mai dare tutto se stessi a nessuno", ovvero lasciati qualcosa da parte, perchè spesso non trovi chi lo apprezza. Ecco, questo è un buon antitodo verso i prepotenti ed i superbi.

                                                 Poesia cattiva

                                         Lesto Fante e Lingua di Dama

Più mondo giri e più ne trovi.
Ad ogni misfatto li riconduci,
a veder bene Lingua di Vacca e Corna di Buoi,
nefasti fautori del taglia e cuci.

Nigra procella son per i manzi,
alla bisogna mal da sopportare,
se puoi ben li scanzi,
scaltri, sull'altrui clemenza sanno campare.

Mai ammettono i loro difetti,
con gli altri semmai son sferzanti,
a sentir loro son più che perfetti,
noi siam solo anime erranti.

Non c'è difesa, non c'è scampo,
con mano pesante han carpito il potere.
Se puoi fuggili più del lampo,
lasciali nel loro brodo crepare.

Sordi e muti, hanno nello sguardo il veleno,
se li incontri così stai sull'avviso.
Fanne volentieri a meno
che men che mai ci cavi un sorriso.

Poi a sorpresa cangian d'aspetto,
diventano cordiali e sorridenti,
or hanno lo sguardo vivo e diretto,
fan bella mostra di tutti i denti.

Ma tu li vedi, son falsi e cortesi,
tu non rientri nel loro campo,
solo verso alcuni son protesi,
chi li teme o li sopporta o non ha scampo.

Obbligati a subirli è un gran danno,
per te spirito sereno e gioviale
è come subire un gran malanno
perchè al cor e all'anima sempre fà un gran male.

( ps: nigra procella = nera tempesta )




 
Torna ai contenuti | Torna al menu